Valore Appennino: una montagna di dati

   

  • ECONOMIA E LAVORO

In montagna viene generato circa l’8% del valore aggiunto regionale, dato è in aumento: + 24,8% tra 2015 e 2019, a fronte del +14,7% come dato medio regionale.

Nel 2020 il valore aggiunto delle società di capitali della montagna è cresciuto del 19,1% sul 2015, un valore molto superiore a quello dell’insieme delle società di capitale regionali (+9,6%).

Il sistema produttivo occupa 142 mila addetti (circa il 9% degli addetti regionali): +6% tra 2016 e 2019 (+5,3% dato regionale).

Le unità produttive locali sono 51mila e rappresentano circa l’11% delle unità locali di tutta la regione.

L’analisi dei movimenti turistici nel periodo pre-pandemia mostra una tendenza in crescita: +16% nel 2019 rispetto al 2016 a fronte di un valore regionale del +7%.

    

  • I SERVIZI PER I CITTADINI

 

I servizi educativi e l'offerta scolastica

In montagna sono attivi 110 nidi per l’infanzia e 191 scuole per l’infanzia.  

In totale si contano 370 scuole, di cui 194 primarie, 122 scuole medie e 54 scuole superiori.

    

Le strutture culturali e ricreative

Oltre 270 tra musei, biblioteche, teatri e cinema.

Gli impianti sportivi sono 1.197.

  

I servizi sanitari, socio-sanitari e assistenziali   

Gli ospedali in montagna sono 10.

Attivi anche 10 Ospedali di Comunità (circa la metà di quelli attivi in regione).

Tra le strutture sanitarie ospedaliere anche un Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico a titolarità privata a Meldola (FC), 5 case di cure e 3 hospice per le cure palliative dei malati terminali.

  

L’assistenza farmaceutica è presente in tutta la montagna con 189 farmacie, almeno una per ogni comune montano. Sono 390 i medici di base con almeno un ambulatorio in ogni comune montano.

 

+8 Case della Salute in 4 anni

Fondamentale punto di riferimento per l’accesso dei cittadini alle cure sanitarie territoriali, le Case della Salute sono 29 (su un totale regionale di 127): +8 tra 2017 e 2021.

   

Il servizio pubblico di elisoccorso, con l’abilitazione ai voli notturni, vede la presenza di 130 aree di atterraggio ricadenti in 88 comuni montani (su 265 aree regionali): +49 in 4 anni.

  

Sono più di 400 le strutture socio-assistenziali: oltre 250 sono dedicate agli anziani; circa 70 offrono servizi per le persone disabili; 80 sono rivolte a minori. Si contano anche strutture per multiutenza. Avviata la sperimentazione dell’infermiere di comunità per prestazioni domiciliari.

     

Mobilità e accessibilità digitale

Le stazioni ferroviarie sono presenti in 10 Comuni montani. La rete di collegamento è assicurata anche dal trasporto pubblico su gomma con circa 8mila fermate.

Cresce la rete di piste e percorsi ciclabili: +128% nel periodo 2017-2021.

Sono 74 le colonnine di ricarica per i veicoli elettrici.

   

A marzo 2022 tutti i Municipi montani risultano connessi in banda ultra-larga.

A fine 2021 si contano 78 aree produttive connesse in banda ultra-larga (su 110 complessivamente identificate, pari al 71%).

A fine 2021 la percentuale di plessi/edifici scolastici raggiunti da fibra ottica fornita da Lepida (1 Gbps), è pari al 38%. Dei 584 plessi, 219 sono connessi in BUL (1Gbps). L’obiettivo di Lepida è la connessione di tutte le scuole della regione entro la fine del 2022. 

Gli access point totali della rete regionale EmiliaRomagnaWifi nei comuni montani sono passati da 920 a 1.041 tra 2019 e 2021.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/07/13 16:38:00 GMT+1 ultima modifica 2022-07-21T13:17:27+01:00

Valuta sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina