Dall’Istituto Comprensivo di Ventasso e Vetto (Re) arriva il progetto "Piccole scuole di montagna"

Siglato un "Patto di comunità" per tutelare continuità e qualità scolastica e contenere il rischio di isolamento e svantaggio educativo

Nei giorni scorsi, nella sede di Busana dell’Istituto Comprensivo “Ludovico Ariosto” di Ventasso e Vetto (Re), è stato sottoscritto un “Patto di comunità” che riguarda proprio l’assetto scolastico e didattico dei prossimi anni.

Questo accordo rappresenta un documento innovativo, che intende essere propedeutico a un nuovo modulo di didattica che prenda in considerazione la situazione attuale della demografia in montagna e l’andamento dei prossimi anni. Questo progetto è stato avviato per dare continuità e qualità didattica garantita in territori che sono caratterizzati da un calo degli iscritti dovuto al fatto che ci sono meno bambini residenti nelle zone montane.

Il progetto Piccole scuole di Montagna ha tra le proprie finalità contenere e contrastare il rischio di isolamento e di svantaggio educativo potenzialmente insito nelle Aree Interne e territorialmente decentrate; costruire una rete territoriale che sopperisca ai limiti legati alle caratteristiche del contesto; accrescere il senso di appartenenza alla comunità e capacità di mettersi al servizio della comunità stessa da parte di tutti gli attori coinvolti; attivare funzioni di protezione delle fasce deboli; contenere il divario sociale; arricchire il curriculum scolastico; riequilibrare le opportunità formative, ulteriormente compromesse dalla situazione Covid. Per monitorare lo sviluppo del progetto sarà attivata una “cabina di regia” composta da referenti di tutti gli interlocutori coinvolti, che possa anche fornire strumenti per dare continuità alle azioni avviate.

Si punta inoltre a individuare forme di finanziamento, pubbliche e private, per la realizzazione di progettazioni condivise a beneficio della comunità, mantenendo attenzione costante alla sostenibilità dei programmi.

I Comuni si impegnano a fornire mezzi e risorse necessarie allo svolgimento dell’attività e del servizio, ad esempio attraverso la messa a disposizione gratuita degli spazi di propria competenza che vengano individuati come luoghi utili a svolgere attività, percorsi, laboratori, inoltre ad organizzare in modo flessibile i trasporti scolastici per garantire la partecipazione ai percorsi laboratoriali, ad attivare una connessione Internet tramite fibra per garantire un contatto stabile in streaming tra le diverse realtà dell’istituto e del territorio, a compiere gli investimenti necessari in termini di arredi e strumenti.

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/08/30 09:00:00 GMT+1 ultima modifica 2021-09-02T14:09:10+01:00

Valuta sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina