Parte la seconda edizione della rassegna "La cultura in Appennino (NON) si ferma"

Iniziativa promossa dai Comuni di Loiano, Monzuno, Monghidoro e Monterenzio

In un periodo segnato dall'emergenza sanitaria da Coronavirus, i Comuni di Loiano, Monzuno, Monghidoro e Monterenzio hanno deciso di puntare sulla cultura e sulla sua diffusione, promuovendo la rassegna culturale “La Cultura in Appennino (NON) si ferma”.

Questa manifestazione, nata e progettata lo scorso anno dai Comuni di Monzuno e Loiano, insieme agli ideatori Fabrizio Carollo e Loris Arbati, per far incontrare importanti autori con tutti gli appassionati lettori e permettere loro di presentare i loro ultimi lavori, è stata colpita come tutti dalla pandemia. Tuttavia, sebbene le modalità e le regole varate per contenere la diffusione del Coronavirus avessero impedito lo svolgersi della rassegna letteraria come da progetto, trasformandola in modalità virtuale, l'iniziativa è stata un successo.

Anche questa seconda edizione sarà virtuale, ma si è arricchita enormemente grazie alla partecipazione dei Comuni di Monghidoro e Monterenzio e alla decisione di allargare i suoi orizzonti artistici. Infatti, rispetto alla scorsa edizione, quando l’intera rassegna era sviluppata su romanzieri e poeti, da quest’anno si rivolgerà anche ad altre branche dell’arte, come la pittura, la scultura, il disegno e la musica.

Ogni artista potrà contattare uno dei referenti alla Cultura dei Comuni partecipanti e inviare un proprio contributo video, che verrà valutato e, una volta accettato, verrà inserito all’interno della rassegna “La Cultura in Appennino (NON) si ferma”.

  

Per approfondire:

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/04/30 11:52:00 GMT+2 ultima modifica 2021-06-04T09:06:39+02:00

Valuta sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina