Città Metropolitana di Bologna, via libera al Piano Territoriale Metropolitano

Uno dei punti salienti "Appennino, via Emilia e pianura: un solo territorio"

La Città metropolitana di Bologna, con il via libera definitivo ottenuto mercoledì 12 maggio in Consiglio, ha approvato il primo Piano Territoriale Metropolitano in Italia, aprendo a tutti gli effetti un’inedita stagione urbanistica incentrata su rigenerazione e perequazione.

Si conclude così l’iter, avviato a febbraio dello scorso anno, del Piano Territoriale Metropolitano-PTM che entrerà in vigore a tutti gli effetti il 26 maggio con la pubblicazione sul Bollettino ufficiale regionale (BURERT).

Una delle cinque sfide individuate dal nuovo strumento di pianificazione metropolitano è "Appennino, via Emilia e pianura: un solo territorio". L'obiettivo è rafforzare la coesione territoriale istituendo il fondo di perequazione metropolitano, gestendo in modo condiviso le quote di consumo di suolo e ripartendo solidaristicamente le risorse economiche per il 50% degli oneri urbanistici, per un totale stimato circa di 10 milioni di euro all’anno. Le risorse vanno a finanziare i Programmi di rigenerazione urbana. 

  

Per approfondire:

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/05/14 07:54:00 GMT+2 ultima modifica 2021-06-03T18:42:30+02:00

Valuta sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina