Ampliamento della Riserva Uomo e Biosfera dell'Appennino tosco-emiliano, in Nigeria la decisione

L'allargamento è atteso il 15 settembre dal Consiglio internazionale Unesco-Mab

In un’atmosfera particolarmente suggestiva e per la prima volta in Africa ad Abuja in Nigeria, ha preso il via il 33° Consiglio internazionale di Coordinamento del Programma UNESCO per l'Uomo e la Biosfera (MAB-ICC), previsto dal 13 al 17 settembre 2021. Il Consiglio esaminerà le proposte per nuove riserve della biosfera il 15 settembre tra cui l’attesissimo allargamento della Riserva di Biosfera dell’Appennino tosco-emiliano, che arriverà a coinvolgere 378.000 residenti (di cui 13.000 under 18) in 80 comuni (contro gli attuali 34) di Toscana, Emilia-Romagna e Liguria per un totale di 498.613 ettari distribuiti in 6 province.

Il nuovo perimetro arriva alle porte delle città di Reggio Emilia e Parma, includerà la prima collina e l'Appennino Modenese tra il distretto ceramico e il Cimone, raccoglierà più compiutamente Lunigiana e Garfagnana, fino a lambire le Apuane e il mar Tirreno.

Sono 714 riserve della biosfera riconosciute dal 1971 ad oggi in 129 paesi; l'UNESCO cerca di riconciliare uomo e natura attraverso educazione scienza e cultura.
La Riserva di Biosfera dell’Appennino tosco-emiliano è stata ufficializzata all’Assemblea generale Unesco a Parigi il 9 giugno del 2015.

Questo il link https://us06web.zoom.us/j/83645871680 (ID riunione 836 4587 1680) attraverso il quale sarà possibile partecipare mercoledi 15 sett dalle 15,30 alle 17 al momento per noi centrale del 33esimo International Coordinating Council of the Man and the Biosphere (MAB).
  

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/09/14 08:15:00 GMT+2 ultima modifica 2021-09-14T08:49:40+02:00

Valuta sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina