A Parma una “Casa della Montagna”

Siglato un "patto" per realizzare attività e iniziative, promuovere l'Appennino e sostenerne la frequentazione rispettosa

Un protocollo d’intesa per la montagna, per promuoverla e per promuoverne il rispetto: per una frequentazione consapevole e rispettosa del nostro Appennino e la costituzione a Parma di una “Casa della Montagna”. Questo lo spirito di fondo dell’accordo firmato oggi pomeriggio da Club Alpino Italiano Sezione di Parma, Comune di Parma, Università di Parma, Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano e Centro Servizi Volontariato Emilia.

Un accordo ad ampio raggio, triennale e prorogabile di altrettanti tre anni, che impegna con convinzione i soggetti firmatari a realizzare di concerto attività culturali, divulgative e formative per la promozione della conoscenza e la frequentazione corretta dell’ambiente montano, appenninico in specie, per la popolazione in generale e in particolare per le giovani generazioni.

Un riferimento, quest’ultimo, importante, poiché proprio l’attenzione all’ambiente e genericamente alla sostenibilità che negli ultimi anni i giovani stanno mostrando può costituire un alleato cruciale per politiche di tutela e di sviluppo ecosostenibile, oltre che l’humus giusto per far crescere una cultura improntata al rispetto delle risorse e di ciò che ci circonda.

  

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/04/26 19:10:59 GMT+2 ultima modifica 2022-04-26T19:10:59+02:00

Valuta sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina