Gamberi d'acqua dolce, aiutiamo il progetto "Life Claw" segnalando il loro avvistamento

Obiettivo dell'iniziativa è salvaguardare questo crostaceo lungo l'Appennino nord-occidentale nelle regioni Emilia-Romagna e Liguria

Il progetto Life Claw (www.lifeclaw.eu), cofinanziato dall’Unione Europea, mira alla salvaguardia del gambero di fiume autoctono (Austropotamobius pallipes) lungo l’Appennino nord-occidentale, nelle regioni Emilia-Romagna e Liguria. Questa specie si trova oggi in uno stato di conservazione critico, ridotta a poche popolazioni e fortemente minacciata dalla presenza di altre specie di gamberi alloctoni invasvi (P. clarkii, O. limosus, P. leniusculus).

Le informazioni riguardo la presenza delle diverse specie di gamberi sono quindi di fondamentale importanza.

Se avvistate o avete avvistato in passato un gambero di fiume (o esuvie\mute) all’interno delle province di Piacenza, Parma, Reggio-Emilia, Genova e Savona prendete nota della sua posizione geografica e della data di avvistamento e segnalateli contattando i seguenti recapiti:

Se fosse possibile indicate anche la specie di appartenenza del gambero avvistato (o più semplicemente se si tratta di un gambero autoctono o alloctono) e inviate le fotografie sia dell’ambiente\torrente di ritrovamento che dell’animale, prestando attenzione a non disturbare in alcun modo il gambero di fiume per scattarle.

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/05/11 15:22:00 GMT+2 ultima modifica 2021-05-11T15:23:19+02:00

Valuta sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina