Seguici su

Il 21 novembre è la Giornata nazionale degli alberi!

Un'occasione per ricordare il ruolo fondamentale del patrimonio arboreo. A Borgo Val di Taro (Pr) in programma una passeggiata guidata e piantumazioni

Il 21 novembre si celebra la Giornata nazionale degli alberi, istituita come ricorrenza nazionale con una legge della Repubblica entrata in vigore dal febbraio 2013.

L’obiettivo di questa iniziativa è valorizzare l’importanza del patrimonio arboreo e ricordare il contributo indispensabile che gli alberi danno al mantenimento della salute dei nostri ecosistemi naturali e urbani e al benessere per l'intera comunità, dal momento che rappresentano uno dei migliori alleati per contrastare la crisi climatica. 

In occasione di questa ricorrenza venerdì 19 novembre, alla Mediateca G. Guglielmi di via Marsala 31 a Bologna, si è parlato degli Alberi Monumentali d’Italia dell’Emilia-Romagna in occasione dell’uscita del volume fotografico a loro dedicato (Bononia University Press Editore, 2021).

Testimone di eventi, racconti, storie personali e fatti storici, portavoce di miti e leggende, credi religiosi, riti profani e tradizioni popolari, l’albero monumentale è per definizione un bene culturale. È un albero vetusto, un essere vivente sopravvissuto ai cambiamenti di un paesaggio in continua muta­zione, per azione dell’uomo o della natura stessa. Per questo necessita di protezione e di cure, come ad esempio il Cipresso di Verucchio, il più vecchio dell’Emilia-Romagna, piantato secondo la tradizio­ne da San Francesco e oggi sorretto da una struttura in ferro. In genere presenta caratteristiche eccezionali legate alle dimensioni, all’altezza, alla circonferenza del tronco e all’estensione della chioma. A volte acquista valenza di landmark, di punto di riferimento per il territorio. Ma la monumentalità di un albero si riconosce anche nel valore storico, culturale, tradizionale e identitario per il luogo in cui è cresciuto, così come nel suo pregio paesaggistico, sia in ambito urbano che extraurbano, in contesti architettonici di rilevanza storica e culturale, ville e altre residenze storiche private, orti botanici, monasteri e chiese.

In Emilia-Romagna sono in totale 103 gli alberi riconosciuti “Monumentali d’Italia”: ce li racconta un volume, a cura di Rosella Ghedini e Carlo Tovoli del Servizio Patrimonio culturale della Regione Emilia-Romagna, edito da Bononia University Press. Un viaggio fotografico che è un invito a scoprire la nostra regione, con le sue bellezze, i suoi riti, le sue tradizioni, le sue peculiarità, in un’ottica più green.

Tra le iniziative promosse da Legambiente Emilia-Romagna per la festa dell'albero 2021 si segnalano in Appennino:

BORGOTARO (PR) – circolo Legambiente Altavaltaro

  • Dove: ritrovo presso la pista ciclabile di Borgotaro, c/o assistenza pubblica
  • Quando: domenica 21 novembre ore 10:00 – 12:30

Passeggiata guidata lungo la pista ciclabile, dal frutteto dei Pellegrini fino al centro Arcobaleno. Saranno piantate antiche varietà di alberi da frutto e arbusti che attraggono insetti impollinatori. La locandina

  

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/11/20 17:45:00 GMT+1 ultima modifica 2021-11-20T18:07:44+01:00

Valuta sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina