Raccolta dei mirtilli spontanei nel Parco dell'Alto Appennino Modenese

La stagione ha aperto il 10 agosto. Norme invariate e controlli severi. Online la circolare esplicativa

Ha aperto martedì 10 agosto la stagione della raccolta del mirtillo spontaneo nel Parco del Frignano, sull’alto Appennino Modenese, a eccezione delle aree Parco a protezione integrale (zone A e A1).

La regolamentazione della raccolta dei mirtilli è esercitata dall’Ente Parchi Emilia Centrale, di cui il Parco dell'Alto Appennino Modenese (Frignano) fa parte e le norme si trovano sulla Circolare esplicativa.

Come gli altri anni, la raccolta è consentita tutti i giorni dalle ore 6 alle 20 (sempre e solo del prodotto giunto a maturazione) ed è permessa, a livello giornaliero e senza alcuna autorizzazione, nel limite di 1 chilogrammo per tutti e fino a 5 chilogrammi per i residenti nei comuni del Parco (Fanano, Fiumalbo, Frassinoro, Montecreto, Pievepelago, Riolunato e Sestola). Con un’autorizzazione “una tantum” giornaliera dal costo di 10 euro è inoltre possibile per i residenti raccogliere fino a 20 chilogrammi per autoconsumo.

Un’autorizzazione stagionale per la raccolta a fini economici viene rilasciata ai residenti da almeno 5 anni consecutivi nei comuni del Parco iscritti allo specifico “Albo dei raccoglitori”, i quali possono raccogliere fino a 100 chilogrammi giornalieri di prodotto. L’autorizzazione è a pagamento e il costo varia in base alla categoria di appartenenza del raccoglitore, con tariffa più bassa (100 euro) per studenti e disoccupati, 120 euro per imprenditori agricoli e aziende operanti nel settore; per tutti gli altri il costo è di 300 euro.

Le autorizzazioni sono rilasciate nella sede operativa del Parco del Frignano a Pievepelago, via Tamburù 8, tel. 0536 72134, comprese quelle per il transito dei mezzi di trasporto sulle piste forestali del Parco.

Nel caso in cui si preveda il conferimento a stabilimenti di vendita all'ingrosso o di trasformazione, è obbligatorio presentare al SUAP del Comune di residenza la notifica ai fini della registrazione per aziende alimentari.

Come gli altri anni, i controlli sul rispetto delle norme di raccolta sono particolarmente severi, svolti a livello interforze dalle Guardie del Parco in collaborazione con i Carabinieri Forestali, la Polizia Provinciale e la Polizia Municipale dei comuni interessati.

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/08/16 18:38:00 GMT+2 ultima modifica 2021-08-16T18:44:30+02:00

Valuta sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina