Alta Val D’Arda Hack, al via una sfida sulla valorizzazione turistica, culturale ed enogastronomica dell’Appennino

Iniziativa organizzata da ART-ER in collaborazione con il Laboratorio Aperto di Piacenza e l’Unione Comuni Alta Val D’Arda. Iscrizioni entro il 26 giugno

Spazio AREA S3 di ART-ER, in collaborazione con il Laboratorio Aperto di Piacenza e l’Unione Comuni Alta Val D’Arda, ha lanciato una challenge dedicata alla valorizzazione turistica, culturale ed enogastronomica dell’Appennino.

È possibile cambiare prospettiva, aggiornare le chiavi di lettura e incentivare la rinascita dell’Alta Val D’Arda e dell’Appennino? Come instaurare un nuovo rapporto e un nuovo equilibrio tra aree interne e aree urbanizzate e sostenere le ragioni per restare, tornare e investire nella aree montane?
Come integrare le strategie per un’economia sostenibile e circolare con gli obiettivi di sviluppo e animazione delle valli?

Queste sono solo alcune delle domande alla base delle grandi sfide che devono affrontare le aree montane e che pongono le community territoriali locali e tutti i soggetti interessati al futuro di questi territori al centro di strategici processi decisionali.

 

Obiettivo

La challenge è una maratona di idee che mira ad attivare un confronto diretto tra professionisti e soggetti portatori di idee e soluzioni innovative che verranno poste all’attenzione degli Amministratori e stakeholder dell’Alta Val D’Arda. L’obiettivo è riuscire a definire e condividere le priorità di azione per il futuro e favorire la costruzione di una visione territoriale allargata che valorizzi l’Alta Val D’Arda pensando, possibilmente, a modalità di integrazione con la città come parte di uno stesso sistema.

  

Le sfide proposte

  • Proposte per la fruizione del patrimonio culturale e dei borghi, in chiave di valorizzazione del territorio come esperienza unica e distintiva che possa trasmettere il valore della ruralità come forma di turismo sostenibile.
  • Proposte per la valorizzazione del territorio sulla base del turismo enogastronomico. Nell’immaginario collettivo il vino rappresenta ormai da diversi anni una importante chiave di marketing territoriale tanto da diventare spesso occasione di eventi e di forme di turismo esperienziale in grado di trasformare luoghi meno noti in mete turistiche d’eccellenza, rivitalizzando, dal punto di vista economico e culturale, territori un tempo vocati solo alla produzione agricola. Nell’Alta Val d’Arda e in tutto l’Appennino, sono presenti molte cantine di eccellenza che necessitano dell’attivazione di strategie individuate in collaborazione con gli altri attori territoriali in ottica di valorizzazione turistica.
  • Progetti riguardanti l’organizzazione del sistema della promozione e dell’accoglienza locale.

 

Premi

Il gruppo vincitore si aggiudicherà un premio in denaro di 1000,00 € per il primo classificato e 500,00 € per il secondo classificato messo a disposizione dall’Unione dei Comuni dell’Alta Val d’Arda.

I referenti dell’Unione dei Comuni dell’Alta Val d’Arda potranno prevedere dei momenti di approfondimento e valutare possibili sviluppi dei progetti più interessanti. Tutti i progetti partecipanti saranno incentivati ad entrare in rete con le opportunità e gli stakeholder del territorio dell’Alta Val D’Arda.

I progetti sviluppati dai team possono risolvere una o più delle sfide proposte.
Iscrizioni entro il 26 giugno 2022. Il 28 giugno è in programma il laboratorio c/o Laboratorio Aperto Piacenza, Piazza Casali 10.

  

Le attività degli Spazi AREA S3 di ART-ER sono finanziate dai Fondi europei della Regione Emilia-Romagna – POR FSE 2014-2020.,

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/05/25 15:29:00 GMT+2 ultima modifica 2022-05-26T08:19:06+02:00

Valuta sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina