Aree interne, finanziati due dottorati di ricerca

In Alta Valmarecchia e nell'Appennino emiliano, per contrastare lo spopolamento e potenziare servizi e opportunità

Sostenere attività di ricerca volte a garantire la piena accessibilità dei servizi essenziali, promuovere la ricchezza del territorio e delle comunità locali, valorizzare le risorse naturali e culturali attraverso la creazione di nuovi circuiti occupazionali e contrastare lo spopolamento demografico e culturale: questo è l'obiettivo generale delle borse di studio per dottorati di ricerca finanziate dal Ministro per il sud e la coesione territoriale.

Giunta alla seconda edizione, questa misura sosterrà due nuove borse di studio nelle aree interne dell'Appennino emiliano e dell'Alta Valmarecchia.

L’intento dei dottorati comunali è favorire la ricerca e l’innovazione delle strategie delle aree interne, strutturando una collaborazione con le università.

Nel dettaglio, i 2 nuovi progetti approvati, ognuno per un importo di 75mila euro, riguardano:

  • Il Comune di Novafeltria (RN), dell’area interna Alta Valmarecchia, con l’Università degli studi di Bologna
  • L'Unione montana dei Comuni dell'Appennino reggiano (RE), dell’area interna Appennino emiliano, con l’Università degli studi di Ferrara

Il dottorato proposto dall’area interna del Basso ferrarese è risultata ammessa ma non finanziata per esaurimento delle risorse.

  

Per approfondire

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/09/15 17:16:37 GMT+1 ultima modifica 2022-09-15T17:16:37+01:00

Valuta sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina