Seguici su

Lavoro e sostegno all'impresa

Il ruolo dell’agricoltura per uno sviluppo di qualità dei territori appenninici

Le azioni del Programma di sviluppo rurale per i territori montani

La Regione ha tra i suoi principali obiettivi il presidio del territorio montano da parte delle aziende agricole e zootecniche, così da contrastarne l’abbondono e ridurre il rischio idrogeologico che caratterizza la quasi totalità di queste aree. Sui territori montani opera il 12% delle imprese agricole della regione, che gestiscono il 10% della SAU (superficie agricola utilizzata) regionale.

L’agricoltura può quindi giocare un ruolo fondamentale nel promuovere uno sviluppo di qualità dei territori appenninici e nel contrastarne l’abbandono e lo spopolamento, potenziando i servizi alla popolazione e stimolando le opportunità occupazionali.

Ne deriva che la montagna rappresenta una delle priorità del Programma di sviluppo rurale, che sostiene la salvaguardia delle attività agricole e zootecniche rafforzandone la competitività e la produttività e promuovendone la diversificazione, anche per sostenere la qualità della vita delle comunità che vivono in questi territori.

ll PSR classifica i comuni svantaggiati di montagna come aree rurali con problemi di sviluppo (zone D) e interviene:

  • con azioni puntuali di prevenzione e per il mantenimento dei servizi alla popolazione, la sicurezza del territorio, la valorizzazione dei servizi ecosistemici, indennità compensative;
  • definendo dei criteri prioritari di selezione, che conferiscono un vantaggio in termini di punteggio alle domande di contributo.

  

Per approfondire:

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/05/20 12:09:00 GMT+1 ultima modifica 2021-05-26T07:13:30+01:00

Valuta sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina