"Giovani per il Territorio: la cultura che cura". Al via il bando per l'edizione 2022-23

E' rivolto ad associazioni giovanili per progetti innovativi di valorizzazione e gestione di uno o più beni culturali, naturali e alberi monumentali in Emilia-Romagna. Scade il 31 agosto 2022

Al via la nuova edizione del bando regionale "GpT - Giovani per il Territorio: la cultura che cura", giunto quest'anno alla sesta edizione. Il bando intende sostenere, nell’arco del biennio 2022-2023, la realizzazione di progetti innovativi per la valorizzazione e gestione di uno o più beni culturali e/o paesaggistici presenti sul territorio regionale, inclusi gli alberi monumentali tutelati, a cui è dedicato quest'anno uno specifico ambito di intervento.

Lo scopo è sollecitare le giovani generazioni a mettere in atto progetti creativi di valorizzazione e cura dei beni culturali e naturali, in particolare dei beni comuni, sostenendo azioni di innovazione culturale e sociale in grado di generare risposte nuove ai bisogni sociali vecchi o emergenti.

Saranno valutati con una premialità i progetti che vedranno il coinvolgimento dei Centri per l’educazione alla sostenibilità ambientale (CEAS) della Regione Emilia-Romagna presenti nel territorio interessato dai progetti. È inoltre incentivata la collaborazione con soggetti locali pubblici e/o privati: associazioni, istituti scolastici, universitari, enti culturali, fondazioni, reti e altre realtà del territorio che a vario titolo possano concorrere alla buona riuscita del progetto.

Per partecipare al bando, che mette a disposizione risorse per complessivi 140.000 euro, bisognerà presentare domanda online entro le ore 12,30 del 31 agosto 2022.

  

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/07/12 14:25:20 GMT+1 ultima modifica 2022-07-12T14:25:20+01:00

Valuta sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina