Aree interne e azioni culturali: il ruolo della cultura nella strategia di rigenerazione delle valli italiane

Il 30 giugno un convegno all’ostello del Monastero di Sciara Progetti Teatro in Alta Val d’Arda

Nell’ambito di "Nuove esplosioni festival", giovedì 30 giugno, all’ostello del Monastero di Sciara Progetti Teatro - Località i Rabbini di Morfasso (Alta Val d’Arda) si terrà il convegno di “Aree interne e azioni culturali: il ruolo della cultura nella strategia di rigenerazione delle valle italiane”. Una giornata di dialoghi, incontri, attività formative, workshop e scambio di buone pratiche con partecipanti ed esperienze da oltre 15 Paesi del mondo. In questo luogo risiederanno gli ospiti provenienti dal mondo della cultura, decisori politici, ideatori di strategie efficaci in ambito culturale e di management dello spettacolo e artisti da diversi Paesi Europei; saranno tutti portatori di esperienze di riattivazione di luoghi, case history e buone pratiche. Un momento che nasce per diventare un appuntamento annuale per riflettere sulle strategie culturali nazionali ed europee.

Dalle ore 18 alle ore 20 sono previsti gli interventi di Paolo Calestani (Sindaco del Comune di Morfasso), Giuseppe Sidoli (Presidente dell’Unione dei Comuni Montani alta Val d’Arda e sindaco di Vernasca), Barbara Lori (Assessore con delega alla Montagna della Regione Emilia Romagna). Seguiranno i dialoghi con Susanna Mannelli e Riziero Moretti (Festival “Dall’isola dell’isola della penisola” sull’Isola di San Pietro a Carloforte in Sardegna – CI), Daniele Ronco (Teatro a Pedali del Mulino di Piossasco – TO), Erica Meucci e Riccardo Olivier (Rami d’Ora, Castellaccio – SO- ), Centro Europe Direct Emilia Romagna – Sportello di Piacenza.

“La valorizzazione del patrimonio culturale, ambientale, storico, dell’Appennino dell’Emilia Romagna passa in maniera significativa attraverso le idee e il protagonismo di chi vive il territorio. Ecco perché abbiamo deciso di investire e sostenere le comunità, contrastando concretamente lo spopolamento: penso ad esempio al bando giovani coppie, ma anche al bando per le imprese di montagna – commenta Barbara Lori, assessora regionale a Montagna e Aree Interne, Parchi, Forestazione, Programmazione Territoriale e Paesaggistica –. O ancora al bando per la rigenerazione e riattivazione di edifici pubblici che assegna 47 milioni per 80 interventi diffusi di cui una quota rilevante va proprio a favore di piccoli comuni montani. Credo che questa iniziativa organizzata da Nuove Esposioni Festival sia particolarmente significativa perché vede nel confronto il punto cardine per costruire insieme una strategia efficace e lungimirante, capace di valorizzare le aree interne e quei territori più complessi che combattono con lo spopolamento con l’ambizione di farsi promotori di un rilancio in cui le persone, la comunità e la valorizzazione culturale e sociale è al centro.”

"La scelta della compagnia Sciara Progetti Teatro di trasferire la sede delle proprie attività in un Alta Valle d’Arda – dichiara Ture Magro, direttore di Nuove Esplosioni Festival e di Sciara Progetti Teatro - non è stata una scelta di ritiro, di chiusura: l’obiettivo è quello di creare un ponte tra la montagna e la città, con eventi e iniziative culturali che possano mettere in connessione tutta l’Italia, l’Europa e la nostra bellissima valle. Sabato scorso la Valle d’Arda ci ha ringraziato , eravamo 2000 persone in piazza, per assistere ad uno spettacolo strordinario che abbiamo organizzato a Fiorenzuola d’Arda, Moby Dick. Vogliamo proseguire nel segno di questa spinta.  L’incontro del 30 giugno nasce per creare un appuntamento annuale importante di confronto tra imprese culturali, amministrazioni, idee e  comunità.”

Alle ore 20 è previsto un aperitivo musicale con Franco Bernardi in concerto e alle ore 21 lo spettacolo “Mi abbatto e sono felice” di Mulino ad Arte.

Alle ore 21:00 apre le porte l’esposizione di arte contemporanea Artisti italiani del 900, all’anfiteatro del Monastero dei Rabbini a Morfasso. Si tratta di una esposizione multimediale, che comprende oli su tela, acquerelli, sculture in bronzo ed acrilici. Un’ intersezione di stili contemporanei dall’astrattismo alla Pop Art e lo stile Futurista, tutti lavori originali in prestito da una collezione privata. Il pezzo speciale dell’esposizioneè di Guy Portelli, un bronzo di Jhon Lennon Ed. numerata no3, No1 in un’importante collezione di New York, No2 alla National Portrait Gallery London. 

L’ingresso è libero con prenotazione obbligatoria info@sciaraprogetti.com, tel. +39 328 4057617, evenbrite.



Azioni sul documento

pubblicato il 2022/06/29 12:06:36 GMT+2 ultima modifica 2022-06-29T12:06:36+02:00

Valuta sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina