Convegno conclusivo del progetto "Castagni Parlanti": in programma il 27 giugno

Il futuro dell’agricoltura montana. La foresta rinasce e diventa protagonista dell’agricoltura sostenibile

Lunedì 27 giugno, dalle 9 alle 13 nel Parco Rufus Thomas di Porretta terme (BO), si terrà il convegno conclusivo del progetto “Castagni Parlanti” (Nuove tecniche di monitoraggio del bilancio del carbonio e dello stato di salute del castagneto da legno e da frutto), realizzato nell’ambito del PSR della Regione Emilia-Romagna, Misura 16.1.01, focus area 5E e in particolare dei Fabbisogni PSR relativi al ripristino e alla gestione sostenibile dei sistemi forestali, con focus sulla valutazione del bilancio del carbonio.

L’attività è stata condotta nel Parco Didattico Sperimentale del Castagno di Granaglione (Alto Reno Terme, BO), per l’impiego del quale si ringraziano la proprietà (Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna) e l’ente preposto al coordinamento tecnico-scientifico (Accademia Nazionale di Agricoltura).

"Il recupero dei castagneti in Appennino rappresenta una opportunità rilevante per la valorizzazione ambientale, paesaggistica e produttiva di una parte di territorio di elevato valore. Siamo impegnati nel rafforzare azioni capaci di cogliere le vocazioni dei singoli territori in diversi ambiti perseguendo obiettivi capaci di attivare opportunità per chi vive in appennino prendendosi cura del territorio, di chi coltiva e produce in qualità, di chi, con la cura, valorizza ambienti unici capaci di contribuire ad una più complessiva qualità ambientale e dell’aria – spiega Barbara Lori, assessora a Montagna, Parchi, Forestazione, Programmazione territoriale e paesaggistica -. Ecco perché l’Emilia Romagna è in prima linea per la tutela e il sostegno di progetti strategici in questo settore, come Castagni Parlanti, che ha avuto, fra gli altri, il merito di dare vita a un percorso di grande condivisione tra territori, istituzioni e realtà locali e non, impegnate per il mondo della castanicoltura>".

In particolare, il progetto Castagni Parlanti (www.castagniparlanti.it) si è proposto di valutare l'impronta ecologica del recupero del castagneto all'attualità di coltura da frutto all'interno di una matrice forestale, in termini di fissazione e sequestro del carbonio nel sistema suolo-pianta, di uso dell'acqua e di copertura del suolo, traendone indicazioni concrete per una gestione forestale efficace e sostenibile per la produzione congiunta di legno e di frutto. A tale scopo, si sono sperimentate diverse tecnologie, tra cui i TreeTalker® ideati dal prof. Riccardo Valentini (Università della Tuscia, Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici), in grado di monitorare in tempo reale una serie di variabili relative allo stato di salute della pianta e di fornire misurazioni adatte alla valutazione dell’assorbimento di carbonio.

La squadra progettuale è composta da: Open Fields (società di consulenza all’innovazione agroalimentare che si è occupata del coordinamento); l’Università di Bologna (Distal, con il Prof. Federico Magnani come responsabile scientifico e le Prof. Livia Vittori Antisari e Gloria Falsone attive nei preziosi studi sul suolo); CMCC (Centro Euro-Mediterraneo sui cambiamenti climatici, con la Dott.ssa Maria Vincenza Chiriacò alla guida dell’attività di rilevazione, validazione ed analisi dei dati); la Cooperativa Valreno; l’ente di formazione Centoform per la gestione del training di aziende agricole e forestali sui temi sviluppati dal progetto; il Comune di Alto Reno Terme, che ha sempre affiancato il progetto con grande attenzione e passione.

Dalle sperimentazioni condotte sono scaturite preziose informazioni sulle modalità di recupero e gestione del castagneto; sull’impiego dei TreeTalker® sia per il monitoraggio dello stato di salute della pianta che per una stima/ misurazione puntuale della quantità di carbonio assorbita; sull’evoluzione del “respiro” del suolo a fronte di interventi di gestione forestale. Particolarmente intensa è stata l’attività formativa, che ha visto l’attivazione di due corsi online approfonditi; di un corso breve presso il Parco Didattico imperniato sulla gestione pratica del castagno e un viaggio di studio in Portogallo (Braganza) per la scoperta degli studi e attività in corso in quest’altra area europea ricca di castagneti.

Il Convegno finale, che prevede l’intervento delle diverse autorità collegate (in particolare dell’Assessora Barbara Lori) e di tutti i protagonisti del progetto compreso il prof. Riccardo Valentini, inserisce i risultati progettuali nella cornice più ampia del recupero di ruolo della montagna e delle foreste: per la vita delle persone che da sempre vi risiedono o desiderano avvicinarvisi, per il recupero di tradizionali attività produttive e per la relazione virtuosa che il mondo forestale può intrattenere con quello agricolo sul fronte della sostenibilità ambientale.

Per l’accesso al convegno è richiesta la registrazione al seguente link: https://forms.gle/QgoBC6D2KuWYRjcz9

Per qualsiasi chiarimento, contattare: i.mazzoli@openfields.it, cell. 3283317913.

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/06/26 19:00:00 GMT+2 ultima modifica 2022-06-27T09:05:34+02:00

Valuta sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina